Visitare il Deutsches Museum a Monaco di Baviera – Il piu’ grande museo della scienza e della tecnica

Il Deutsches Museum, situato sulle rive del fiume Isar di Monaco di Baviera, è il più grande museo della scienza e della tecnica attualmente esistente.

Fondato nel 1903 dall’ingegnere Oskar von Miller, il Deutsches Museum racconta, nei suoi sei piani e svariati percorsi presenti all’interno, la storia dello sviluppo della scienza e della tecnica dalle origini fino ai nostri giorni.

Deutsches Museum Monaco di Baviera

SEI MOTIVI PER VISITARE IL DEUTSCHES MUSEUM

Essendo (nel suo genere) il Deutsches Museum il museo più grande del mondo, esso richiederebbe un’intera settimana per essere accuratamente e totalmente visitato. Per questo, per chi intende visitarlo, è opportuno fare una selezione delle sale, divise all’interno per zone tematiche, di ciò in cui si potrebbe essere particolarmente interessati.

Dopo un’interessante visita al Deutsches Museum, vi proponiamo sei motivi per i quali, a nostro parere, non bisognerebbe perderselo!


SALE DELLA STARKSTROMTECHNIK (ENERGIA ELETTRICA)

E’ una delle sale più interattive del museo. Al suo interno è possibile, tramite delle schermate interattive, osservare lo svolgimento di esperimenti e dimostrazioni che hanno avuto luogo nel museo stesso o altrove, tutti naturalmente riguardanti l’utilizzo e gli effetti dell’energia elettrica.

Inoltre, vi sono esposti macchinari di imponenti dimensioni utilizzati una volta per la produzione e lo smistamento dell’energia elettrica.

SALE DELLA SHIFART (NAVIGAZIONE MARINA)

Immediatamente adiacenti alle sale dell’Energia elettrica, si trovano quelle dedicate all’esposizione di imbarcazioni e macchinari, dai più semplici e primitivi ai più moderni e tecnologici, utilizzati per la navigazione marina.

In questa sezione del Deutsches Museum abbiamo trovato particolarmente interessanti due elementi. Il primo è la riproduzione del posto di guida di un sottomarino, dotato di una schermata che permette al visitatore di immergersi virtualmente negli abissi, tra pesci e animali marini di ogni sorta.

Il secondo è la riproduzione della Prima classe di un’antica nave da vacanza, nella quale sono fedelmente riprodotte camere, luoghi di svago e relax e perfino la postazione di guida e il timone della nave stessa. E’ un vero e proprio salto nel passato, che dà la sensazione di essere sul Titanic, proprio come Jack e Rose nel film di James Cameron.


SALE DELL’ ASTRONOMIE (ASTRONOMIA)

Le sale dell’astronomia sono capaci di portare in un’altra dimensione, quella irraggiungibile e affascinante dei corpi celesti. Esse sono particolarmente buie. Ciò contribuisce a creare un effetto di straniamento e curiosità nel visitatore.

Al loro interno è possibile fare degli esperimenti, così come osservare, grazie all’esposizione dei diversi modelli, lo sviluppo graduale degli strumenti inventati e creati dai primi grandi scienziati della storia per l’osservazione e lo studio dei corpi celesti, quindi in particolare di telescopi.

SALA DELLA MUSIK (MUSICA)

La sala della musica è abbastanza piccola rispetto alle altre presenti nel Deutsches Museum. Tuttavia, a nostro parere, merita di essere visitata dal momento che vi sono esposti i più rinomati tipi di strumenti, come chitarre e pianoforti.

La storia di tali strumenti è ripercorsa gradualmente, raccontando la loro evoluzione dalle prime versioni (ovviamente molto semplici) alle ultime più articolate, arrivando fina alla riproduzione di una moderna sala di registrazione.

In questa sala un pianoforte i cui tasti “magicamente” si muovono soli, contribuisce a dare al visitatore la sensazione di essere completamente immerso nella dolce armonia del suo suono.


SALE DELLA GLASTECHNIK (LAVORAZIONE DEL VETRO)

A questa sezione sono dedicate molte sale. E’ possibile osservare il variare dei modi e delle tecniche di lavorazione del vetro, attraverso modelli esposti e addirittura riproduzioni delle sagome umane dei grandi lavoratori del vetro nell’atto di lavorarlo.

Dalla Germania, si ha l’impressione di fare un tuffo in Italia, passando attraverso le varie sale in cui sono esposti lavori che molto ricordano il rinomato vetro di Murano veneziano.

Oltre alla lavorazione del vetro legata alla pura arte vetraia, è particolarmente interessante in questa sezione dedicare attenzione alla lettura dei pannelli dedicati ai metodi di lavorazione dei primi specchi. Sono presenti anche mini-riproduzioni di una corte vittoriana tipicamente tempestata di specchi.


SALE DELL’ ENERGIA RINNOVABILE E NUCLEARE (REGENERATIVE ENERGIE UND KERNENERGIE)

Dopo un salto nel passato nelle antiche botteghe dei maestri vetrai, vi consigliamo di non perdere le sale dedicata all’energia rinnovabile a quella nucleare. Ovviamente molto più tecnologiche delle precedentemente descritte, la suddette sale offrono svariate possibilità di guardare video dimostrativi di esperimenti oltre che i macchinari utili alle produzione di questi tipi di energia.

Un gioco interattivo interessante si trova proprio all’ingresso delle sale: una bicicletta pedalando la quale è possibile produrre un certo grado di energia capace di azionare prima una lampadina, poi una radio, poi uno schermo e infine, se davvero si ha abbastanza energia nel pedalare, di far bollire dell’acqua.

Con la speranza che i nostri suggerimenti possano aiutarvi nella scelta delle parti del Deutsches Museum da visitare, vi invitiamo a non perdervi questo viaggio nella scienze e nelle tecniche che il museo della capitale Bavarese può offrirvi!

Weitere interessante Beiträge und Deutschkurse für Sie: