A Carnevale ogni scherzo vale!

Se siete mai stati in Italia nel mese di febbraio avrete probabilmente già sentito questa espressione, molto comune non solo tra i bambini ma anche tra gli adulti che tra un impegno e l’altro non riescono a rinunciare a qualche scherzo e alle amatissime chiacchiere!

Febbraio, freddo, nebbia, giornate scure senza sole. La gente ha assolutamente bisogno di una distrazione dal penetrante gelo che arriva dalle Alpi e dagli Appennini e cosa meglio di una festa – o di una intera settimana di festa?

Carnevale, la cui data coincide con quella del cosiddetto Martedì Grasso, viene festeggiato il martedì prima del Mercoledì delle Ceneri, precedendo quindi la Quaresima e Pasqua. Dai vari riferimenti alla religione cattolica è facile intuire che, come molte altre feste tradizionali, in Italia il Carnevale è stato adattato ai rituali cattolici nonostante sia nato come festa pagana. È da notare, tuttavia, che in tutta Italia le feste e le varie celebrazioni hanno inizio un paio di giorni prima dell’effettiva data e che molte scuole sono chiuse.Sprachschule Aktiv Augsburg

Le tradizioni di Carnevale prevedono sfilate di carri con musica e balli.

Su questi carri le persone, rigorosamente travestite, lanciano coriandoli, stelle filante e schiuma sui bambini e sulle famiglie che assistono alla parata che si svolge in tutta la città. Infatti, nonostante il Carnevale di Venezia sia senza ombra di tutto quello più conosciuto, ogni città organizza delle celebrazioni per intrattenere i propri cittadini.

Altre parate di Carnevale particolarmente note sono quelle di Viareggio, in Toscana, e Cento, in Emilia-Romagna. La differenza principale del Carnevale in Italia con quelli in Brasile e in Germania è probabilmente il significato storico e religioso che assumono il Carnevale di Venezia e gli altri festeggiamenti in Italia.

I costumi e le maschere di Carnevale rappresentano una parte essenziale dello spirito carnevalesco, che non si lascia scappare l’occasione di fare scherzi di diversa natura, come il lancio di uova e farina, a cui non ci si può arrabbiare dato che vige il detto “a Carnevale ogni scherzo vale”, ovvero tutto è perdonato a Carnevale.

Per quanto riguarda, le maschere, comunque assolutamente incomparabili sono quelle di Venezia: altamente elaborate, camminare in Piazza San Marco circondati da simili costumi dà davvero l’impressione di essere in un altro secolo.

Piazza San Marco, dove si svolge il famoso “Volo dell’angelo”, è solo uno dei tanti posti Sprachschule Aktiv Augsburg_ITemblematici della città veneta centro dell’attenzione del Carnevale. Ogni piazza si trasforma e cortili interni, vicoli e canali diventano teatro di festeggiamenti e danze seguendo una tradizione che affonda le sue prime radici già nell’anno 1286 e che attira ogni anno più di 3 milioni di visitatori – chiaramente non nel 2021. Tuttavia, pur di non rinunciare alla secolare tradizione ed in attesa di poter tornare a celebrare, per quest’anno il Carnevale è stato trasferito online per dare vita ad un evento tutto particolare nelle case di tutti attraverso gli schermi.

Anche a Carnevale non poteva mancare l’aspetto culinario.

Assolutamente tipiche sono le frittelle che creano più diatriba in assoluto dal momento che hanno un nome diverso in quasi ogni regione: chiacchiere in Lombardia, frappe nel Lazio, lattughe a Brescia e Mantova, cenci in Toscana, etc. Altri dolci che a Napoli e nel Sud Italia non possono mancare sono il migliaccio, una torta a base di limone e ricotta, e la pignolata, simile agli struffoli napoletani. Altrettanto famosi sono i cannoli siciliani e le fritole veneziane.

Altri contributi interessanti e corsi di lingua:

 

Sprachschule Aktiv Frankfurt Sprachkurse Frankfurt, Onlinekurse, Firmenkurse, Gruppenkurse, Nachhilfe Anonym hat 4,66 von 5 Sternen 65 Bewertungen auf ProvenExpert.com